La mente dorme? Il Teatro di Rifredi suona la sveglia

Il Teatro di Rifredi presenta la sua 34° stagione

di David Della Scala

Gli occhi bene aperti puntati sul palco e la mente sempre in movimento anche all’uscita dello spettacolo. Questa la promessa che il Teatro di Rifredi fa agli spettatori della sua 34° stagione che prenderà il via tra pochi giorni. Ogni anno Rifredi sceglie un motto, una dichiarazione di intenti: “Il teatro ti sveglia” è quello della stagione 2019/2020 .  Se è vero che da sempre il pubblico che si reca al civico 303 di Via Vittorio Emanuele II è abituato ad un’offerta eterogenea, tra impegno e puro intrattenimento, dando un’occhiata al cartellone sembra proprio che il Teatro Di Rifredi abbia in serbo un percorso preciso, una serie di spettacoli diversi per provenienza, tenore e linguaggio ma progettata per tenere alta l’attenzione, far conoscere nuove forme espressive e stimolare curiosità e ragionamento… in parole povere: per svegliare lo spettatore.

Linguaggi contemporanei, rivisitazioni di classici, prosa, danza, autori internazionali, spettacoli in prima nazionale e allestimenti che già hanno riscosso successo sul palco di Rifredi.

Si parte il 10 ottobre con  il debutto in prima nazionale di TEBAS LAND del franco-uruguaiano Sergio Blanco, nuova  produzione di Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi che vede interpreti Ciro Masella e Samuele Picchi.

E poi Alessandro Riccio che da 29 ottobre farà rivivere tra nuvole di fumo di sigaretta e vecchie canzoni la sua scorbutica, oscena e adorabile Bruna in BRUNA E’ LA NOTTE, prodotto da Tedavi ’98.

La danza  della Compagnia Opus Ballet diretta da Rosanna Brocanello che il 15 e il 16 novembre la vedrà impegnata in DANCE EUROPE EXPRESS.

Dopo il successo delle repliche milanesi al Teatro d’Elfo, ritorna IL GENERALE (22 e 23 novembre) del pluri-premiato Emanuele Aldrovandi. Spettacolo corrosivo e spassoso, in bilico tra il grottesco e il tragicomico sulla sete di potere e sulla megalomania umana, che vede protagonista e regista Ciro Masella.

Il caberet umanistico- scientifico de LA MATEMATICA IN CUCINA,  il 29 novembre: uno spettacolo che Angelo Savelli ha tratto da un originale libro del matematico Enrico Giusti.

La Rimbamband diretta da Gioele Dix in MANICOMIC dal 6 all’8 dicembre.

Antonella Questa mette tre generazioni femminili a confronto in VECCHIA SARAI TU dal 14 dicembre.

L’ ACQUA CHETA, dal 27al 29 dicembre, commedia scritta da Augusto Novelli che debuttò nel 1908 al Teatro Alfieri. A portarla in scena in questa edizione La Compagnia Del Grillo.

Ultimo dell’anno in “giallo” con Marco Malvaldi e il suo romanzo storico ODORE DI CHIUSO (31 dicembre>6 gennaio) adattato per la scena da Angelo Savelli, per la regia di Andrea Bruno Savelli.

Il 16 gennaio arriva sul palco di Rifredi Dario Ballantini con BALLANTINI E PETROLINI. L’artista livornese e il suo maniacale istinto del travestimento alle prese con sette personaggi creati dal meraviglioso comico romano.

LA LOCANDIERA di Carlo Goldoni per la regia di Andrea Chiodi con Tindaro Granata dal 23 al 25 gennaio.

Il nuovo spettacolo di Alessandro Riccio CAMERINI (28 gennaio>2 febbraio) dove l’artista fiorentino raccoglie molte delle esperienze di vita teatrale.

Il 6 Febbraio Roberto Andrioli, Fabrizio Checcacci, Lorenzo Degl’Innocenti tornano a correre la maratona de LE OPERE COMPLETE DI WILLIAM SHAKESPEARE IN 90 MINUTI.

Dall’11 al 15 febbraio, tre coppie tutte interpretate da Monica Bauco e Riccardo Naldini in TRE ROTTURE di Rémi De Vos. Produzione Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi.

Ancora una ripresa di grande successo LA SCORTECATA (20>22 febbraio) una favola allo stesso tempo antica e moderna che la drammaturga e regista palermitana Emma Dante ha adattato da una celebre novella della raccolta “Lo cunto de li cunti” di Giovambattista Basile

Luca Avagliano (l’adorabile Luchino di Walking Thérapie) è… pazzo, disperatamente comico, incredibile da ascoltare e vedere. Dal 28 febbraio in NIENTE PANICO.

I PROMESSI SPOSI ovvero: questo spettacolo non s’ha da fare (6>7 marzo) una fresca compagine di giovani attori, Federico Calistri, Olmo De Martino, Antonio Lanza, Fabio Magnani, Simone Marzola, Diletta Oculisti, Elisa Vitiello.

Gli spagnoli Yllana saranno i Primitals Brothers, uno straordinario quartetto di cantanti in una commedia musicale a cappella: THE PRIMITALS (12>15 marzo). Quattro aborigeni disposti a conquistare il pubblico tra risate e colpi di spada.

Ancora una produzione Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi con la ripresa de IL PRINCIPIO DI ARCHIMEDE (19 marzo>5 aprile) del drammaturgo catalano Josep Maria Miró.

Sotterraneo presenta SHAKESPEAROLOGY (8>10 aprile) un one-man-show, , una biografia, un catalogo di materiali shakespeariani più o meno pop, un pezzo teatrale ibrido che dà voce al Bardo in persona.

E poi i dieci anni di Opus Ballet festeggiati con una MARATONA IN DANZA, fino al consueto metafisico e spassoso appuntamento estivo della psico-camminata urbana tra Firenze e Scandicci con la WALKING THÉRAPIE.

Per il programma completo: www.teatrodirifredi.it