NIENTE PANICO…TUTTI A RIFREDI CON LUCA AVAGLIANO!

Il 28 e il 29 febbraio al Teatro Di Rifredi… Niente Panico!

Di David Della Scala

 

Sono tempi difficili, come disse Achille Lauro quando suonava il jazz.  Queste ore critiche le stiamo passando tutti davanti alla televisione, talmente tutti che da dietro nessuno ci grida “spostati, che non vedo niente”. Lo so, lo so: vi viene voglia di chiudervi in casa, di evitare gli assembramenti, gli ascensori, i gatti neri, i numeri palindromi. In una parola… è il panico, quello vero.

Eppure questa terribile situazione ha anche dei risvolti positivi o, concedetemelo, quantomeno inediti: per la prima volta ci asterremo dallo scaccolarci nel traffico per paura di esser arsi come untori sotto a un semaforo e finalmente, cliccando PARTECIPERO’ ad un invito su Facebook tanto per cortesia, ci sentiremo falsi, ma falsi davvero, come mai ci siamo sentiti. A teatro poi potrebbe avvenire un miracolo: per la prima volta un colpo di tosse in platea non sarà più sintomo di noia.

Dal 28 al 29 Febbraio arriva al Teatro Di Rifredi “Niente Panico -Vaneggiamenti di un patafisico involontario” di e con Luca Avagliano. Un monologo per attore in pigiama e ciabatte che attraverso il suo flusso di (in)coscienza metterà in scena un’ondata di personaggi e situazioni, un naufragio sul pelo dell’acqua della crisi trai gorghi delle paure del futuro, della sensazione di impotenza di fronte alle ansie individuali e universali.

Luca Avagliano è uno dei fondatori della Compagnia Kanderstrasse: il pubblico fiorentino lo ha imparato a conoscere e amare nel ruolo di “paziente zero” della Walking Therapié, la psicocamminata urbana estiva divenuta appuntamento fisso delle estati al Teatro di Rifredi. Un attore interessante, dotato di un garbo e di un’amabilità non costruiti che eppure riservano un’affilata padronanza dei meccanismi dell’ironia e una gustosa inclinazione al paradossale.

Dunque, visto che mai ci fu momento più sbagliato e al contempo più appropriato per uno spettacolo dal titolo “NIENTE PANICO”  non è il caso, dico io, di mettere alla prova il teatro? Di vedere se davvero quella gigantesca, continua e ben nota menata su quanto il teatro possa essere catartico e curativo valga anche quando l’acqua scotta… sul serio?

 

Venerdì 28 e sabato 29 febbraio ore 21 al Teatro Di Rifredi
Kanterstrasse Teatro
NIENTE PANICO*
*vaneggiamenti di un patafisico involontario
spettacolo, testo, canzoni e voci varie di Luca Avagliano

luci Marco Santambrogio | scena Eva Sgrò

confronto in amicizia sul testo Astutillo Smeriglia

la canzone “Filumè” è stata musicata da Michele Maione

PER INFORMAZIONI
055/422.03.61 – www.toscanateatro.it
PREZZI
Ingresso intero € 16,00 – ridotto € 14,00
PREVENDITA
Teatro di Rifredi dal lunedì al sabato (ore 16:00 – 19:00) | biglietteria@toscanateatro.it
Circuiti  BoxOfficeToscana e Ticketone | Online www.boxofficetoscana.it – www.ticketone.it